• home
  • L'istituto - News

Un’aula scientifica tutta per loro

Data: 10/11/2017

Fendi finanzia il nuovo spazio per la didattica della scienza dedicato esclusivamente agli allievi SAF. Un gioiello di tecnologia inaugurato l’8 novembre

Grazie al generoso contributo di Fendi nell’ambito di Art Bonus, l’ISCR ha realizzato un’aula scientifica dedicata esclusivamente agli studenti della propria Scuola, inaugurata mercoledì 8 novembre. In questo nuovo ambiente collocato in una posizione “cardine” tra i due cortili dell’Istituto, gli allievi potranno esercitarsi con strumentazioni ad hoc e valutare l’efficacia delle tecniche diagnostiche degli interventi conservativi e di restauro.
L’area scientifica, fornita con strumentazioni ed attrezzature di alta tecnologia, è organizzata in tre sezioni:

  • area tecnologica, dedicata all’apprendimento della tecnica di pulitura delle superfici con luce di laser e all’utilizzo di tecniche e metodi per il controllo delle condizioni ambientali di conservazione;
  • area di microscopia, dedicata allo studio di micro-campioni e preparati per la comprensione dei materiali costitutivi delle opere e delle loro forme di degrado;
  • area analitica, dedicata all’apprendimento dei test microchimici e preparazioni analitiche.

Il finanziamento di questo progetto da parte di Fendi si inserisce nel quadro di Art Bonus, credito d'imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno del mecenatismo a favore del patrimonio culturale, disposto con il D.L. 83/2014, convertito poi nella Legge 106/2014.

Il progetto della nuova Aula Scientifica è il risultato della collaborazione tra diverse competenze dell’ISCR. L’architetto Isabella Monteforte ha curato la riqualificazione del locale, trasformandolo da magazzino materiali in un’aula scientifica state-of-the-art. Lo spazio interno è stato organizzato in tre distinte aree funzionali corrispondenti alle attività da svolgere.  Particolare attenzione è stata dedicata alla progettazione impiantistica utilizzando le moderne tecnologie di controllo centralizzato “intelligente” offerte dalla domotica.

Questo ha guidato Annamaria Giovagnoli (chimico e docente ISCR, responsabile del progetto scientifico, già Vice Direttore della Scuola di Alta Formazione) nella scelta di attrezzature, tra quelle disponibili sul mercato, con maggior contenuto tecnologico in modo da rendere interattive le lezioni teoriche e consentendo anche esercitazioni pratiche con attrezzature dedicate specificatamente alla didattica ma versatili per l’utilizzo “sul campo”.

“L’Aula scientifica sostenuta da Fendi permetterà un più efficace trasferimento agli allievi della Scuola di Alta Formazione dei principi scientifici sui quali si basa il moderno concetto di restauro, garantendo loro una sempre maggiore consapevolezza nelle scelte di intervento”, ha dichiarato Annamaria Giovagnoli.

Il nuovo ambiente potrà vantare un logo “d’autore”. Creatore dell’immagine simbolo dell’Aula è Giorgio Ortona, pittore affermato sulla scena artistica italiana, che in pochi e incisivi tratti ha condensato i valori e le funzioni del nuovo ambiente ISCR.

Fendi si conferma nuovamente mecenate di Roma e della suo immenso patrimonio culturale e artistico, rafforzando ancora di più il legame con la propria città. Dopo il restauro della Fontana di Trevi nel 2015 e del complesso delle Quattro Fontane, seguito dal restauro e dalla manutenzione delle Fontane del Gianicolo, del Mosè, del Ninfeo del Pincio e del Peschiera e dall’apertura al pubblico del primo piano (ora anche spazio espositivo) del Palazzo della Civiltà Italiana all’EUR e la partnership triennale con la Galleria Borghese.